Cominciare con… / To start with…

Buon 2018 a tutti!
Si comincia l’anno con un nuovo esemplare da disegnare: il Viburnum tinus L., chiamato volgarmente laurotino o lentaggine.
E’ un bell arbusto sempreverde, nella foto che ho pubblicato stamattina su instagram si vedono bene i frutti, piccole drupe di colore blu metallico, e in secondo piano i boccioli dei fiori (alcuni sono ancora verdi, altri invece presentano già la sfumatura bianco rosata che li caratterizza).
Appena ho visto le ramaglie appena tagliate, non ho saputo resistere!

Happy 2018 to you all!
I began the year with a new tree to draw: Viburnum tinus L., also known as laurustinus, laurustinus viburnum or laurestine.
It’s a beautiful evergreen shrub, in the photo published this morning on my instagram you can see the fruits, little blue-metallic drupes, and in background the flower buds (some buds are still green, but the others has the typical pink-and-white shade).
When I saw the trimmed branches, I couldn’t resist!

Coglierò l’occasione per sperimentare l’inchiostrazione su carta lucida: stavolta proverò dei nuovi fogli in formato A3 (di CWR Milano), a primo impatto la carta mi è piaciuta molto perché liscia al tatto senza risultare troppo scivolosa.

I’ll snatch up the opportunity to experiment inking on tracing paper: this time I’ll try new A3 paper (made by CWR Milano), the first impact was good, I like the smooth grain and it’s not too much slippery.


Matita in mano, si può cominciare!

Pencil in hand, now let’s start!

Annunci

Inspiring Botany

locandina-mostra_light
Inspiring Botany – Un anno in Orto” è ciò che si ottiene quando una disegnatrice (un poco in crisi) si ritrova catapultata in un Orto Botanico a fare un anno di Servizio Civile.
Le può capitare di tutto, anche di imbattersi in un’Altezza Imperiale giapponese, e di vedersi commissionare una tavola botanica da dargli in dono.
La disegnatrice rimane folgorata “sulla via Irnerio” (Damasco è un po’ fuori mano) per l’illustrazione botanica, decide che si, forse è il caso di ascoltare chi le dice di fare una mostra, e la fa.
O almeno, questo è il suo primo tentativo.

Le opere che troverete sono unite dal filo dei ricordi e dalla stagionalità delle piante rappresentate, tutte presenti all’interno dell’Orto Botanico di Bologna e raffigurate per come si presentano in primavera ed estate.

La mostra è allestita nella Serra Lodi, all’interno dell’Orto Botanico, e sarà visitabile dal 23 settembre al 23 ottobre durante gli orari di apertura dell’Orto:

da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 15.30, sabato dalle 8.30 alle 13.00.

L’Orto Botanico è chiuso la domenica e i giorni festivi.

Per informazioni:
https://ortobotanicobologna.wordpress.com/
sma.ortobotanico@unibo.it – 0512091325